Deine Premium Werbung

Sichern Sie sich die erste Position Ihrer Anbieterkategorie!

5 regole per essere ospiti perfetti a un matrimonio

La stagione dei matrimoni è ufficialmente iniziata e di sicuro anche voi siete invitati ad almeno una cerimonia di nozze da qui ai prossimi mesi. E se il grosso dell’organizzazione di una festa matrimoniale è di certo compito degli sposi, anche voi in qualità di ospiti dovete dare il vostro contributo per la riuscita dell’evento. Poche regole, ma buone per essere gli invitati che ogni coppia di sposi sogna!

Cin cin! È il momento del brindisi. Chi, cosa, quando, dove e perché

Quando si tratta di matrimonio niente può sfuggire alle regole. Anche per il brindisi valgono le cinque fatidiche domande e guai a chi non sa le risposte! Ma a questo si rimedia subito, ecco i consigli per il brindisi perfetto.

Essere una damigella d’onore, tra divertimento e responsabilità

Sei la migliore amica della sposa, la sua parente più affezionata? Ti è stata fatta la fatidica domanda: vuoi essere la mia damigella d’onore? Se hai accettato ti aspetta un gran lavoro da fare, non solo feste, regali e addii al nubilato.

Gli altri protagonisti #1: l’amica della sposa

Il matrimonio è prima di tutto la grande festa degli sposi. Sono loro i protagonisti assoluti, è il loro amore la storia che si racconta e si celebra in questo giorno speciale. Ma il matrimonio non è una festa a due, è un’occasione per tantissime persone di festeggiare insieme alla coppia, è un momento di comunità dove gli attori non protagonisti – ma molto importanti – sono tanti e ognuno ha un suo ruolo, durante l’evento, ma anche prima.

Gli altri protagonisti: le damigelle d’onore

Quante volte, guardando un film matrimoniale americano vi è capitato di sorridere davanti alle vicissitudini delle amiche della sposa, alle prese con un terribile, voluminoso, e improbabile abito da damigelle d’onore? Un vero mito dell’immaginario nuziale e non solo un buono spunto per gag cinematografiche e piccole crisi che in una commedia funzionano sempre, le damigelle d’onore sono figure importantissime per le spose anglosassoni che difficilmente rinunceranno all’idea di attorniarsi delle proprie amiche più cara durante il proprio matrimonio.

Il matrimonio perfetto? Sì, ma a teatro

Il matrimonio è di certo una cosa seria. Ma saperlo prendere con un po’ di ironia è importante, per non stressarsi troppo e per sopravvivere sereni e felici ai mesi di preparazione. Se volete farvi due risate tra abiti bianchi, bouquet e banchetti nuziali, magari per festeggiare in modo leggero e divertente il vostro San Valentino, non perdete al Teatro Puccini di Merano la commedia “Il matrimonio perfetto”, il 14 febbraio alle 16.30.

L’idea in più. Sposarsi la notte di capodanno

Patrick e Karoline sono due giovani altoatesini che si sono sposati qualche anno fa, in una notte speciale di dicembre, quella che ha lasciato indietro il 2014 per dare il benvenuto al 2015. E al loro amore da fermare per sempre.

La madre della sposa, cheerleader in prima fila

Care mamme, ecco uno spazio tutto dedicato a voi! Quando mai essere madri è stato un compito facile? Quando mai essere madri di una sposa è stato un ruolo rilassante? MAI. Ma ecco che Inlove corre in vostro aiuto, elencandovi tutti, ma proprio tutti, i compiti che dovrete svolgere prima, dopo e durante il matrimonio di vostra figlia.

La rivincita – in pink yarrow – delle damigelle

Quando si parla di matrimonio, non possiamo non tenere conto di una rilevante figura che ruota intorno alla sposa nel più importante giorno della sua vita: la o le damigelle d’ onore.

Questo ruolo non è assolutamente da sottovalutare in quanto la storia ci riporta agli antichi Egizi, dove le giovani fanciulle amiche della sposa avevano il compito di scortarla durante il grande giorno in abiti simili ai suoi per confondere gli spiriti maligni che volevano impadronirsi della giovane anima.

La scelta del testimone #02: No witness no party, un ruolo fondamentale

«No Witness no Party», direbbe George. Niente testimone niente matrimonio. Anche a Las Vegas, patria delle nozze dell’ultimo minuto, Elvis ti può sposare se, e solo se, sono presenti almeno due testimoni. Insomma, si può rinunciare o eccedere in tutto ma una cosa non deve e non dovrà mai mancare il giorno delle nozze: il testimone.

Le invitate a nozze viste sotto un’altra forma #02: la donna clessidra

Ebbene sì, in questa bellissima stagione iniziano a fioccare dal cielo le partecipazioni di nozze e inizia anche a farsi avanti il solito gradito (per noi donne) interrogativo: “Ma come mi vesto?”.

Dopo il primo momento ricco di emotività, di felicità generale per essere state invitate e avere una scusa per fare un po’ di shopping e in cui si inizia a far viaggiare l’immaginazione su quanto sarà bello e ammirato da tutti il proprio outfit, arriva inesorabile il momento dello sconforto e di una ulteriore ancestrale domanda: “Ma sarò all’altezza dell’occasione? Riuscirò a trovare l’abito più appropriato?”

Le invitate a nozze viste sotto un’altra forma #01: la donna rettangolo

A quante di voi sarà capitato di ricevere un invito a nozze e andare subito in crisi pensando: “Cosa mi metto?” . Perché, francamente parlando, è uno, se non il primo pensiero che passa nella testa di noi donne.

Vi immagino già davanti al vostro armadio in cerca di un’illuminazione, nella speranza di vedere Enzo Miccio uscire fuori dalla massa di vestiti con l’outfit su misura per voi e di conseguenza, come per magia, diventare l’invitata perfetta.

Niente riso? E agli sposi cosa lancio?

Riso sì o riso no? Questo è il dilemma! C’è chi lo vuole e chi non lo può vedere. Chi ha paura di scivolare e di non levarsi più i chicchi di dosso e chi invece non desidera altro che una pioggia di riso benedica il giorno del proprio matrimonio.

Sabato 24 a Bolzano, un evento per rivivere
le emozioni del proprio matrimonio

Sposarsi è un’emozione incredibile, unica, fortissima. Chi l’ha vissuta, lo sa molto bene.
E di certo, a chi ha già fatto il grande passo è capitato da allora di pensare più e più volte “vorrei farlo ancora!”. Ma ahimè, tradizione vuole che ci si possa sposare una volta sola (o almeno con la stessa persona!).
Sabato 24 settembre però, coppie di sposi di ogni età potranno rivivere un po’ dell’emozione del giorno delle nozze, grazie a un evento speciale organizzato a Bolzano dal comitato For You.

San Valentino a Bolzano, sulle tracce dei luoghi dell’amore

San Valentino, anche quest’anno come ogni anno, si avvicina. Il 14 febbraio questa volta capita di martedì, e così tutte le coppie di innamorati si preparano a festeggiare il proprio legame anticipando il loro santo di qualche giorno, dedicando a se stessi e a un po’ di romanticismo, il week end in arrivo.