Real wedding: So heiratet Südtirol

In Zusammenarbeit mit der Zett, die Zeitung am Sonntag, zeigt Inlove Südtirols Brautpaare bei ihrem großen Tag!

Là, sul lago, tra passato e presente

Il lago regala anche romantiche giornate di pioggia e soprattutto nella seconda fase primaverile. Le gocce sono generalmente minuscole e anche se fitte fitte sembrano quasi non bagnare. Intorno la natura è già quasi tutta in fiore e sta raggiungendo l’apice. La nostra sposa aveva una data precisa che per lei aveva un significato particolare quasi magico: nessuna possibilità di cambiare.

„Mitten drin, statt nur dabei“ — Interview mit einem Hochzeitsphotographen

Gibt man das Wort “Hochzeitsphotograph” im Internet ein, wird man von Angeboten geradezu erschlagen. Hat man sich für einen Anbieter entschieden, folgt das erste, persönliche Gespräch mit der Person, die den wichtigsten und schönsten Tag eures Lebens in Bildern festhalten soll. Der Photograph soll natürlich nicht einfach nur drauflos knipsen; es ist seine Aufgabe, die Stimmung zwischen euch, die Stimmung der Gäste, die Romantik der Location, das Licht und die Wärme in seinen Fotos wiederzugeben. Wir von Inlove haben ein paar Denkanstöße gesammelt und uns mit einem Fachmann getroffen.

Diario di una wedding planner #01: organizzare un matrimonio in 3 mesi

Abbiamo deciso, tra 3 mesi ci sposiamo!
Probabilmente dopo questa affermazione vi sarete sentiti dire: “siete impazziti? Non ce la farete mai a fare tutto!” 
Ebbene, sfatiamo questo mito, in 3 mesi si organizza un matrimonio… e che gran bel matrimonio!
Certo, dovrete scendere a compromessi, ma se decidete di sposarvi in un così breve tempo significa che siete sicuramente una coppia giovane e “smart”. Una di quelle coppie che piacciono tanto a me… 

Le invitate a nozze viste sotto un’altra forma #02: la donna clessidra

Ebbene sì, in questa bellissima stagione iniziano a fioccare dal cielo le partecipazioni di nozze e inizia anche a farsi avanti il solito gradito (per noi donne) interrogativo: “Ma come mi vesto?”.
Dopo il primo momento ricco di emotività, di felicità generale per essere state invitate e avere una scusa per fare un po’ di shopping e in cui si inizia a far viaggiare l’immaginazione su quanto sarà bello e ammirato da tutti il proprio outfit, arriva inesorabile il momento dello sconforto e di una ulteriore ancestrale domanda: “Ma sarò all’altezza dell’occasione? Riuscirò a trovare l’abito più appropriato?”

5 idee per un matrimonio DAVVERO alternativo.
Ovvero: come personalizzare il giorno del tuo sì senza preoccuparti della tradizione  

Personalizzare, creatività, originalità. Sono questi i tre elementi con cui il mondo bridal sempre riempie spot, modi di comunicarsi e obiettivi. La realtà è che questo “stupire a ogni costo”, si traduce nella forma con il creare un evento che non sia in grado di identificare né il racconto della coppia, né poi in grado di rispecchiare la natura della loro storia d’amore.

Il nostro matrimonio eco-friendly in armonia con la natura

Maurizio ed io ci siamo sposati dopo quasi dieci anni di convivenza. Quando ci siamo conosciuti eravamo giovani, avevamo voglia di scoprire il mondo e non perdevamo occasione per viaggiare, eravamo due spiriti liberi e nonostante stessimo molto bene assieme il matrimonio era l’ultimo dei nostri pensieri. Tutte le mie amiche sognavano l’abito bianco, il principe azzurro, la famiglia, la casa, io invece vivevo alla giornata, ero felice di aver trovato l’uomo giusto e questo mi bastava.

Parola d’ordine: ulivo e lago (di Garda)

Come è affascinante il “Basso Garda” dove si fondono insieme paesaggi, culture, tradizioni diverse delle due regioni che vi si affacciano: Veneto e Lombardia e ancora di più fuori stagione. Alessandra ha sempre avuto le idee chiare: il suo matrimonio doveva essere lo specchio esatto della sua terra proprio di questa area che fa da cerniera tra tre provincie Verona, Mantova e Brescia. È l’area denominata Lugana che è anche il nome del rinomato vino bianco dei tanti vigneti sparsi nel primo entroterra.